LAURA FERRETTI A LA PAZ di   S.E.  Maurizio Zanini   Ambasciatore d'Italia   È   per   me   un   piacere   e   un   onore   presentare   il   catalogo   di   quadri   di   Laura Ferretti,   in   relazione   all'esposizione   che   si   terrà   a   La   Paz,   Bolivia,   alla   fine di aprile 2006. Perché aver scelto Laura e l'arte sulla civiltà Etrusca? Per   quanto   riguarda   la   prima   domanda,   credo   poter   dire   che   le   opere   di carattere   naturalista   della   pittrice   toscana   riflettono   in   profondità   l'anima   più vera   e   bella   di   questa   regione.   Non   solo   la   straordinaria   panoramicità   dei suoi   paesaggi,   la   luce   che   irradia   sui   suoi   campi   e   colline,   il   colore   dorato delle   estati   ed   il   verde   smeraldo   delle   sue   primavere   ed   autunni.   Ma   la pittura   della   Ferretti   riesce   a   cogliere   anche   quell'abbinamento   tra   natura   e uomo   che   -come   anche   riconosciuto   dalla   stessa   UNESCO-   è   uno   dei   tratti salienti della storia della Toscana. Per   essere   più   precisi   come   l'uomo   nel   corso   dei   secoli   abbia   trasformato, modificato   e   per   buona   parte   addirittura   creato   il   panorama   nel   quale   vive   e ciò   con   un   senso   artistico   tutto   particolare,   quasi   ad   invertire   il   rapporto   e trasformare dei quadri in panorama. La   parte   sugli   Etruschi,   preminente   nell'esposizione,   trae   la   sua   ragione   da una   doppia   origine.   Da   un   lato   mostrare   con   orgoglio   ad   un   Paese   tanto lontano   geograficamente   come   la   Bolivia,   la   ricchezza   millenaria,   artistica   e culturale   nazionale   e   regionale.   Dall'altro,   nel   rimontare   alle   radici   storiche dei   nostri   due   popoli,   cogliere   le   somiglianze   tra   Etruschi   e   razze   Inca   e Preincaiche.    Il    senso    del    misticismo,    la    misteriosa    dedizione    a    riti    e pratiche   religiose,   il   senso   dell'aldilà,   una   particolare   attitudine   nei   confronti del   tempo   e   dello   spazio   avvicinano,   al   di   là   delle   migliaia   di   chilometri, queste    due    grandi    civiltà    in    una    comunanza    umana    ed    ideale.    Laura Ferretti   coglie   bene   questi   aspetti   e   li   rappresenta   con   forte   sentimento   e con   grande   perizia   artistica.   Sono   certo   che   questa   esposizione   avrà   in Bolivia il successo che ben merita.
Colline toscane: primavera
English
Español
Laura Ferretti  painter