TUFFO NELL'ASTRATTO Sì    un    tuffo    perché    è    un    salto    nel    nulla    da    cui possono,   vogliono   forse,   nascere   armonie   di   colori, messaggi   di   gioia.   Un   nulla   fatto   di   colori   e   di   forme che    non    richiamano    né    il    cielo    né    la    terra    ma, quando    sono    lì    sulla    tela,    trasmettono    sensazioni indefinibili   che   permettono   a   chi   li   guarda   di   ritrovarsi protagonista in essa. A    dire    il    vero    i    miei    primi    quadri    sono    astratti: Riflessi, Dal fondo, Vitalità. Poi   ho   trovato   nel   cielo,   nell'acqua,   nei   fiori,   nella Maremma   tante   possibilità   di   esprimere   quello   che avevo    dentro    più    di    quello    che    vedevo    fuori.    Gli ultimi   quadri   Dominante   Viola,   Verso   il   cielo,   Il   Canto erano   ormai   astratti   sebbene   permanessero   cenni   di realtà. Poi   il   tuffo   definitivo   da   cui   sono   uscite   le   tele Arcani rosa e Quando le note. Altre   opere   sono   seguite,   opere   che   sono   un   tributo a   Kandinskji   di   cui   ho   sempre   ammirato   il   desidero di riprodurre ciò che non c'è.
Sinfonia dei “colori opposti"
English
Español
Laura Ferretti  painter